Dove Siamo   Condizioni Generali   Ordini e Pagamenti   Spedizioni e Costi   FAQ   Privacy Policy   Cookie Policy   Tracking Spedizione   Area Rivenditori   Contattaci
Area Rivenditori - Diventa un Rivenditore di Mondo Piante
Categorie
Carrello spesa
0 Prodotti
Offerte
Pianta Scleranthus Vaso 14cm
Pianta Scleranthus Vaso 14cm
€4,40 [IvaInc]
€3,08 [IvaInc]
Novità di dicembre
Pianta Grassa Kalanchoe Scapigera
Pianta Grassa Kalanchoe Scapigera
€4,40 [IvaInc]
€2,20 [IvaInc]
Area Rivenditori
Area Rivenditori
Lavora con noi
Crea Account Rivenditori
Login Rivenditori
Scheda Prodotto

Cura del giardino: I Mesi

Scrivi Recensione Scrivi Recensione
Immagine principale prodotto non disponibile
Immagine principale prodotto non disponibile

 Prezzo listino: €1,10 [IvaInc]
In offerta a: €0,50 [IvaInc]
Risparmi: €0,61 (55%)
 Disponibilità: Disponibilità Immediata
Quantità: 
 
   
Mondo Piante
Mondo Piante
Pulsanti Social Network non disponibili, per visualizzarli attivare i Cookie di Widget Social Network
Pulsanti Social Network non disponibili
Attivare i Cookie di Widget Social Network
Comunica Aggiornamenti Comunica Aggiornamenti
Consiglia ad un Amico Consiglia ad un Amico
Fai una Domanda Fai una Domanda
Stampa Scheda Stampa Scheda
  Descrizione 

CALENDARIO DEL GIARDINIERE

I mesi del giardino non sono tutti uguali. Nella gestione di un giardino, infatti, l’impegno che deve essere profuso può essere molto diverso da un mese all’altro. In questo articolo cercheremo di fornire a grandi linee un’idea delle lavorazioni che devono essere effettuate in giardino nel corso dell’anno.
Gennaio – Nel mese di gennaio non è necessario compiere interventi particolarmente impegnativi in giardino. La preoccupazione principale è quella di effettuare la pulizia di prato e aiuole togliendo le varie foglie. Chi abita in zone in cui il clima invernale non è particolarmente rigido potrebbe effettuare la potatura di quegli arbusti la cui fioritura avviene a primavera inoltrata oppure durante l’estate; per quanto riguarda invece gli arbusti che fioriranno agli inizi della stagione primaverile la potatura potrà essere effettuata a fioritura avvenuta.
La concimazione in questo periodo dovrebbe orientarsi su prodotti ricchi di potassio e fosforo; chi vuole iniziare a preparare il terreno in previsione della primavera può utilizzare del concime granulare a lento rilascio molto ricco in azoto.
Per quanto riguarda l’irrigazione si deve tenere conto che, in linea generale, gennaio è un mese abbastanza piovoso e, conseguentemente, i nostri interventi in questo senso non dovranno essere costanti. Chi abita in zone dal clima mite può eventualmente irrigare al bisogno prato e siepi. Se il mese è particolarmente secco è opportuno provvedere con costanti irrigazioni delle piante sempreverdi, in particolar modo se molto giovani
Gennaio può essere un mese interessante per piantare arbusti da fiore sia in zolla che in vaso. Chi non lo avesse fatto, è ancora in tempo per piantare le piante bulbose che fioriscono in primavera. A gennaio inoltre è possibile piantare viole ed erica. Chi desidera piantare alberi da frutto può farlo, sempreché il terreno non sia gelato.
Febbraio – La primavera è alle porte e le piante sono prossime al risveglio. È il momento giusto per effettuare una pulizia come si deve del nostro giardino; vanno portate via foglie e rami morti e le pacciamature rovinate. È anche il momento di provvedere, con l’aiuto di un buon paio di forbici, alla rimozione della vegetazione ormai morta.
Chi abita in zone dal clima mite può valutare la possibilità di riportare all’aperto quelle piante che erano state portate sui terrazzi o nelle serre. Ovviamente non si deve essere impazienti, devono essere le temperature notturne a fare da discriminante; nel caso queste siano ancora abbastanza rigide è meglio avere un po’ di pazienza e rimandare l’operazione.
Il mese di febbraio è quello in cui si effettuano diverse potature; bisogna però ricordarsi di non potare quelle piante la cui fioritura è prevista per la fine dell’inverno, rischieremmo infatti di rimuovere anche le gemme da fiore rovinando la futura fioritura. Si può invece provvedere alla potatura di quelle piante che fioriranno successivamente così da favorire un migliore sviluppo dei germogli.
Febbraio è anche mese adatto per molte semine; ci si ricordi però di tenere i semenzai in luoghi riparati dal freddo. Sono moltissime le piante che possono essere piantate in febbraio (calendula, digitale, garofano, impatiens, nasturzio, petunia, primula, tagete, verbena, viola e molte altre ancora).
In febbraio si possono effettuare i primi trattamenti antiparassitari preventivi con poltiglia bordolese.
Febbraio può inoltre essere sfruttato per cambiare i contenitori delle piante che abbiamo nei vasi avendo cura di sceglierli di una misura un po’ più grande. È consigliabile scegliere un terriccio di ottima qualità. Al momento di provvedere al rinvaso delle piante è opportuno verificare che non siano presenti parassiti; nel caso si può intervenire con un insetticida così da impedire che detti parassiti si sviluppino anche nel nuovo vaso. È buona regola non riutilizzare i vecchi contenitori; ciò eviterà un eventuale contagio. Se non si vogliono buttare via i vecchi contenitori, sarà necessario pulirli accuratamente e provvedere a una disinfezione con un po’ di candeggina da sciogliersi in acqua. Ovviamente è necessario un accurato risciacquo prima dell’uso.
Anche se febbraio non è mai un mese particolarmente caldo, in certe zone, durante le ore più calde, può essere opportuno arieggiare le serre; ciò impedirà che vi sia un’escursione troppo netta fra temperature diurne e notturne.
Marzo – Questo è il mese in cui è necessario rifinire la preparazione del giardino. A seconda delle temperature esterne è possibile procedere con la rimozione dei teli che coprivano determinate piante; si potranno così ripulirle dal fogliame secco e da rami eventualmente rovinati. Questo è anche il periodo giusto per ripulire le zone attorno agli alberi e agli arbusti provvedendo anche a una leggera concimazione.
Per quanto riguarda la potatura, marzo è il mese in cui si potano il maggior numero di piante; fanno eccezione gli arbusti la cui fioritura è primaverile; per questi infatti è necessario aspettare che i fiori appassiscano completamente; si provvederà invece alla potatura di tutti quegli arbusti e di quelle piante da frutto ecc. la cui fioritura è prevista per l’estate.
Non è ancora troppo tardi per mettere a dimora i bulbi che fioriscono in primavera. Quando poi saremo sicuri che non vi è più pericolo di gelate si potranno mettere a dimora anche quei bulbi per i quali si prevede la fioritura in estate o in autunno.
A marzo si può inoltre provvedere a trattare le piante con poltiglia bordolese; questo mese è anche adatto alla semina del prato; effettuata la semina è opportuno concimare il terreno con concimi organici o fertilizzanti a rilascio graduale.
In questo mese infine si possono effettuare numerose semine, sia in letto caldo sia in piena terra.
Aprile – Questo è un mese intenso per chi pratica il giardinaggio. Il rialzo delle temperature impone infatti l’esecuzione di molti lavori. Chi non ha provveduto alle concimazioni nei mesi precedenti dovrà iniziare a farlo. Ogni due settimane si dovranno concimare sia le piante in vaso (con concime maturo) sia quelle in piena terra (con concime a rilascio graduale). Le irrigazioni non dovrebbero portar via molto tempo perché, in linea generale, aprile è un mese abbastanza piovoso. Se però dovessero verificarsi periodi di siccità è importante provvedere con tempestività perché molte piante sono nel pieno della loro crescita e necessitano di molta acqua. Nelle zone climatiche più calde, aprile consente lo spostamento delle piante che erano riparate; nelle zone dove ancora le temperature minime sono ancora troppo basse si dovrà attendere ancora un po’; nel frattempo però si possono preparare le zone destinate ad accogliere le piante.
Di solito in questo mese, fatta eccezione per le regioni più a nord, si possono togliere le coperture in agritessuto e togliere tutte le protezioni predisposte nella serra.
In questo mese i vivai hanno moltissime piante a disposizione; aprile è quindi il momento giusto per fare acquisti nel caso si vogliano inserire nuove piante nel nostro giardino. Ricordiamoci sempre, prima di mettere a dimora una nuova pianta, di predisporre adeguatamente il terreno destinato ad accoglierla, quindi: adeguata lavorazione e corretta concimazione.
In aprile si possono porre a dimora le bulbose a fioritura estiva (sempreché le temperature minime si aggirino almeno sui 10 °C). Si potranno inoltre predisporre le aiuole destinate ad accogliere le piante da fiore seminate nei mesi precedenti.
lavori in giardinoMaggio – Siamo ormai nel pieno delle lavorazioni. È tardi per ripensamenti e spostamenti; le piante poste a dimora non possono più essere rimosse. Siamo però ancora in tempo a studiare nuovi impianti; nel caso si decida in tal senso, si deve far precedere la messa a dimora da adeguate lavorazione e concimazione del terreno. Le piante scelte devono essere interrate al livello in cui si trovavano nel vaso.
Maggio è il mese in cui si deve procedere con il rinvaso delle piante dai semenzai nei contenitori singoli. Alcune di esse potranno essere poste direttamente a dimora o in piena terra. Messa a dimora anche per i bulbi la cui fioritura è prevista per l’estate.
Maggio consente anche un infoltimento del manto erboso del nostro prato nel caso ve ne sia la necessità. Per farlo si sparga sul terreno il terriccio da manti erbosi, lo si rastrelli per disporlo in maniera uniforme e poi si sparga la semente. Ogni due o tre giorni si facciano annaffiature abbondanti.
In questo periodo le piante vanno concimate periodicamente (ogni 10 giorni circa).
Le piante che ancora si trovano in serra o in casa possono finalmente essere trasportate all’esterno.
Anche nelle zone climatiche più fredde si può effettuare la rimozione delle protezioni.
Gli arbusti ornamentali e le siepi devono essere sottoposte a trattamenti antiparassitari quindicinali a base di olio minerale addizionato con insetticidi specifici. Evitare il trattamento antiparassitario nelle giornate particolarmente ventose.
Se si devono effettuare semine bisogna sincerarsi che la temperatura minima media si mantenga sopra i 10 °C.
Il prato va tosato almeno tre volte al mese avendo cura di eliminare le erbe infestanti. Il manto verde va concimato con fertilizzanti a graduale rilascio.
Le irrigazioni vanno effettuate o presto al mattino oppure nelle ore serali.
Maggio è uno di quei mesi in cui gli attacchi sferrati dagli agenti parassitari si fanno più intensi; è bene quindi essere pronti a ogni evenienza adottando i provvedimenti opportuni.
Giugno – Giugno è un mese eccezionale per il giardino; quasi tutte le piante sono fiorite o stanno per farlo. Occorre quindi la massima cura per mantenere questo stato di grazia; si provveda quindi con opportune irrigazioni e concimazioni. Se vi sono ancora delle piante che non sono state concimate, non si indugi oltre.
Le irrigazioni devono essere caratterizzate da una certa regolarità (mediamente ogni due giorni) in particolar modo nel caso in cui le temperature siano molto alte. Gli orari più adatti per le irrigazioni sono quelli indicati in precedenza (presto al mattino o nelle ore serali). Non solo le piante vanno irrigate, anche il prato dovrà esserlo. Per verificare che l’irrigazione sia corretta si controlli la presenza dell’acqua a una profondità di almeno 15 cm; diversamente si rischia che il terreno si inaridisca velocemente.
A giugno la maggior parte delle potature è già stata fatta. Vi sono però piante come siepi, rampicanti e rose che necessitano di una potatura regolare. Si provveda quindi a cimare i rami delle rose che hanno fiori appassiti e si accorcino quei rami di siepi e rampicanti che si sono sviluppati in modo eccessivo.
Per quanto riguarda i trattamenti antiparassitari c’è da dire che giugno non è il mese ideale visto che le piante sono in piena fioritura e che le temperature sono elevate. Nel caso che il trattamento si renda necessario, si abbia l’accortezza di farlo durante le ore serali.
Luglio – Il mese di luglio è generalmente un mese caratterizzato da una temperatura mediamente alta e da poche precipitazioni piovose. In certe zone d’Italia poi non è facilissimo lavorare in giardino a determinate ore. Diventano quindi fondamentali frequenti e regolari irrigazioni perché lasciare il giardino all’asciutto per troppo tempo potrebbe causare danni di notevole entità.
Le piante vanno innaffiate con cura, in particolar modo quelle che si trovano nei vasi; le ore adatte per l’irrigazione sono, com’è noto, quelle più fresche (al mattino presto oppure alla sera dopo il tramonto), anche se nelle zone particolarmente calde e assolate è preferibile la mattina, perché alla sera la temperatura del terreno potrebbe essere ancora troppo alta per essere irrorata da acqua fredda, in quanto lo sbalzo termico potrebbe danneggiare le colture.
A luglio si possono effettuare le fertilizzazioni di quelle piante che non si trovano in riposo vegetativo estivo. Si devono poi effettuare le potature dei fiori appassiti, delle siepi e dei rampicanti; consigliati anche i trattamenti antiparassitari. Per tutte queste operazioni è consigliabile scegliere le ore serali.
Agosto – Questo è un mese abbastanza tranquillo per il giardiniere amatore. È un periodo molto adatto per controllare che tutto vada per il meglio e per effettuare lavori di manutenzione e pulizia che magari sono stati trascurati nei periodi precedenti. È il momento giusto per rinnovare le pacciamature e rimuovere le erbe infestanti che sicuramente si saranno giovate delle alte temperature che caratterizzano i mesi estivi. Anche ad agosto, visto il clima, le irrigazioni dovranno essere sempre molto regolari. Alcune piante, come le ortensie, entrano nel periodo di riposo vegetativo ed è possibile fare delle talee per la creazione di nuove piantine da mettere in vaso l’anno successivo. Agosto è anche il periodo giusto per trapiantare le ortensie troppo cresciute dal vaso alla piena terra (operazione fattibile fino a tutto settembre).
Settembre – Dopo i due mesi precedenti, relativamente tranquilli, il lavoro in giardino ricomincia a diventare più intenso; settembre è il mese adatto a pianificare tutto il resto il resto dell’anno; ne è prova il fatto che è proprio in questo mese che si tengono la maggior parte di mostre e fiere relative al giardinaggio.
Si deve naturalmente continuare a effettuare regolari irrigazioni e procedere con le concimazioni opportune. Non va trascurato il controllo delle piante infestanti, questo infatti è il periodo in cui esse producono i loro semi. Si deve anche procedere con la rimozione di quelle piante eventualmente danneggiate dal caldo estivo e anche di quelle che sono arrivate al termine del loro ciclo vegetativo; da queste ultime raccoglieremo le sementi che spargeremo a dimora l’anno successivo.
Per quanto riguarda il manto erboso si dovrà valutare l’eventuale necessità di una risemina.
A settembre si può procedere con la preparazione delle aiuole delle piante bulbose che fioriranno durante i mesi primaverili; è questo poi il periodo adatto per la preparazione di talee e per la divisione delle cosiddette piante perenni. Chi lo desidera può mettere a dimora nuovi tipi di piante o arbusti. È anche il momento di rimuovere gli steli floreali e quei rami con fiori ormai appassiti.
Settembre è anche il momento giusto per aggiustare le siepi sempreverdi. Per il grosso delle potature si comunque ancora lasciar passare un paio di mesi.
Per quanto riguarda le semine si possono fare sia semine in letto caldo oppure sottovetro (centaurea, godezia, margheritina, viola del pensiero ecc.) e semine in piena terra (bocca di leone, digitale, elicriso, godezia, papavero ecc.); tra l’altro il periodo autunnale è quello ideale per rifornirsi di semi che potremo raccogliere anche nel nostro giardino.
Ottobre – Questo mese è particolarmente intenso perché si iniziano a gettare le basi per la prossima primavera. Chi vuole porre a dimora nuove essenze dovrebbe farlo in questo mese.
Ottobre è mese di semine (calendula, camelia, elicriso, godezia, papavero ecc.), si possono poi preparare le aiuole per i bulbi che fioriranno in primavera. Si possono poi preparare le talee di bougainville, camelie e rose. Le talee vanno poste in contenitori contenenti un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali. Chi abita in zone dal clima particolarmente rigido dovrebbe conservare tali contenitori in luoghi riparati; nelle altre zone è possibile lasciarle all’aperto, a patto di ripararle da sole e vento.
Altri lavori che possono essere eseguiti in questo mese sono un’eventuale risemina del prato o una sua concimazione. Le foglie cadute non andrebbero gettate, ma raccolte e conservate per un successivo utilizzo come materiale da pacciamatura. Vanno poi potati sia gli arbusti la cui fioritura è terminata sia le piante da frutto.
Le piante che temono molto il freddo dovrebbero essere riposte in zone riparate, specialmente nel caso che si abiti in zone in cui gli inverni sono particolarmente rigidi.
Chi ripone le piante nelle serre controlli che il clima interno non sia eccessivamente secco o eccessivamente umido; si minimizzeranno così i rischi di patologie fungini o l’attacco da parte di insetti. Si faccia sempre attenzione che non si sviluppino parassiti i quali possono trovare negli ambienti chiusi un terreno favorevole per il loro sviluppo. Ci si deve inoltre ricordare di arieggiare abbastanza spesso la serra, in particolar modo nelle giornate assolate; non è infrequente infatti che anche nei mesi invernali le temperature all’interno della serra superino i 30 °C con conseguenti danni a quelle piante che si trovano nella fase di riposo vegetativo.
Novembre – Mese meno impegnativo di ottobre, ma non troppo. Durante le belle giornate si possono effettuare le pulizie necessarie, le sarchiature e le concimazioni a lenta cessione, preferibilmente con concime organico.
Si deve poi verificare che le piante più sensibili alle rigide temperature non stiano soffrendo; se lo si ritiene opportuno si possono predisporre spostamenti in ambiente riparato oppure si possono effettuare coperture con l’apposito agritessuto.
Le piante che non soffrono particolarmente il freddo possono subire la potatura; alle piante da frutto che hanno già fruttificato si possono accorciare un po’ i rami. La stragrande maggioranza degli arbusti da fiore possono essere potati, ma si dovrebbe evitare l’operazione in quelli che presentano già le gemme primaverili.
In questo periodo si possono interrare le piante bulbose che fioriranno nei mesi primaverili.
Dicembre – Questo è un mese adatto per piantare arbusti da fiore e, nel caso non si sia provveduto in precedenza, si possono ancora piantare le bulbose che fioriscono in primavera. A dicembre si possono piantare anche le viole, una pianta che non teme il freddo e che fiorisce durante tutta la stagione invernale.
Se il terreno lo consente si può anche procedere con il piantare nuove piante da frutto; in fondo alla buca (profonda circa 60 cm e larga circa 50) si metterà del letame che sarà ricoperto con uno strato di terra di circa 10 cm (si eviterà così che le radici siano a contatto diretto con il letame). Dopo aver messo la pianta si può ricoprire la buca con un terriccio con tre parti di terra, una di humus di lombrico e una di torba.
Per quanto riguarda le piante che invece sono già a dimora ci si ricordi di concimarle evitando che il concime vada a contatto diretto con il tronco.
Si proceda poi con i trattamenti antifungini sulle piante che lo richiedono (albicocchi, ciliegi, susini ecc.).
Allo scopo di proteggere le piante più freddolose dalle inevitabili gelate si adottino tutte le misure idonee (pacciamatura, coperture ecc.).
Il prato del giardino non va concimato in questo periodo, l’importante è tenerlo il più possibile pulito ed evitare di calpestarlo quando è gelato.

 Collocazione nel Negozio di Piante 

Cura del giardino: I Mesi  lo trovi nelle Categorie:

Home » Consigli Giardinaggio

Potrebbero Interessarti anche questi Prodotti:
Bonsai Olivo Europea
Bonsai Olivo Europea
Vendita Online bonsai Olivo. E' uno tra i bonsai più resisenti, infatti può essere coltivato anche da appassionati inseperti. Dalle ... »
Disponibilità ImmediataDisponibilità Immediata
€38,50 [IvaInc]
€30,00 [IvaInc]
Sabbia di lapillo - 5 lt.
Sabbia di lapillo - 5 lt.
Sabbia di lapillo - 5 lt. Sacco da 5 lt. di sabbia di lapillo vulcanico con granulometria 0/3 mm. GENERALITA': ... »
Disponibilità ImmediataDisponibilità Immediata
€6,00 [Iva Esente]
€5,00 [Iva Esente]
Biogold classic giapponese Per Bonsai
Biogold classic giapponese Per Bonsai
Biogold classic giapponese Per Bonsai BIOGOLD CLASSIC “MOTOHI” (NPK 2-8-4), 200 gr Biogold classic “Motohi” è il concime organico al ... »
Disponibilità ImmediataDisponibilità Immediata
€28,50 [Iva Esente]
Akadama "Hard Quality" 5/10mm
Akadama "Hard Quality" 5 / 10mm
Akadama "Hard Quality" 5/10mm HARD QUALITY JAPAN BONSAI Volume: 15 lt - Peso: 11 kg GENERALITA': Il nome letterario di ... »
Disponibilità ImmediataDisponibilità Immediata
€25,00 [Iva Esente]
€20,00 [Iva Esente]
Pianta Mirto Communis
Pianta Mirto Communis
La pianta del mirto è un arbusto sempreverde apprezzato per la bellezza delle foglie,fiori e bacche. Raggiunge altezze di 3 ... »
Disponibilità ImmediataDisponibilità Immediata
€2,20 [IvaInc]
€1,50 [IvaInc]
Albero Di Lampone Vaso 7cm
Albero Di Lampone Vaso 7cm
Disponibilità ImmediataDisponibilità Immediata
€3,30 [IvaInc]
€2,20 [IvaInc]
Pulsanti Social Network non disponibili, per visualizzarli attivare i Cookie di Widget Social Network
Pulsanti Social Network non disponibili
Attivare i Cookie di Widget Social Network