MONDO PIANTE | Vendita di Piante Mediterranee per Casa e Giardino - Vivaio Online |
MONDO PIANTE - Vendita OnLine di Piante per Casa e Giardino
P.Iva/C.F. 07958610722 - CCIAA di Bari - REA BA-594106
Sede legale: Viale Del Lilium, 31 - 70038 Terlizzi (BA) - Italy
Sede operativa: Contrada Difesa Carelli sc - 70038 Terlizzi (BA) - Italy
Tel 389.4833785 | 329.8266110 | 329. 8213085

Bonsai Olivo

Bonsai Olivo

Codice: olivo331

Produttore: Mondo PianteMondo Piante

Prezzo: 0,00 [IvaInc]
 Descrizione 

Vendita Online bonsai Olivo. E' uno tra i bonsai più resisenti, infatti può essere coltivato anche da appassionati inseperti. Dalle bellissime conformazioni del tronco, questa variante rappresenta l'olivo mediterraneo. Infatti nel periodo di raccolta, questo bonsai produce numerose olive!

Informazioni e Caratteristiche bonsai Olivo:

PIANTA BONSAI

GENERALITA': Il bonsai Olivo è uno tra i più apprezzati sul nostro territorio per le loro caratteristiche di robustezza e generosità vegetativa, spicca l’olivo che appartiene al genere Olea e fa parte della famiglia delle Oleaceae.

CURA: Il bonsai di olivo va tenuto all'esterno tutto l’anno, sul terrazzo, balcone o in giardino.
Durante l’estate va ombreggiato, per ripararlo dal sole diretto che, anche se non danneggia la pianta, asciuga troppo velocemente il terriccio nel vaso. Durante l’inverno, in caso di gelate, vanno protette le radici per mezzo di accorgimenti quali l’avvolgimento del vaso con del nylon protettivo o il posizionamento all’interno di una scatola in un angolino protetto o ancora la sistemazione in una serra fredda o in un interno non riscaldato, vicino alla finestra. L’annaffiatura, come per ogni bonsai, va effettuata ogni qualvolta la terra nel vaso si presenta asciutta. La frequenza dell’irrigazione dipende da molti fattori come la dimensione, la posizione, le stagioni, il tipo di terriccio contenuto nel vaso. In primavera/estate, quando la temperatura è più calda e la pianta riprende l’attività vegetativa dopo il riposo invernale, il terriccio si asciuga più velocemente di quanto possa accadere durante l’autunno e soprattutto l’inverno. L’annaffiatura sarà, di conseguenza, più frequente, fino ad arrivare, in estate, al ritmo di un’annaffiatura al giorno. Il trapianto va fatto all’inizio della ripresa vegetativa: nel mese di febbraio-marzo nelle regioni a clima temperato, nel mese di aprile nelle regioni caratterizzate da clima rigido. Si elimina circa un terzo dell’apparato radicale e si sistema l’alberello in un vaso proporzionato alle dimensioni di tronco e chioma, con terriccio specifico per bonsai, ben drenante. Il rinvaso va effettuato ogni due/tre anni per le piante in formazione per le quali si possono utilizzare vasi un po' più ampi per favorirne la crescita. I bonsai già formati, dei quali si vuole mantenere soltanto la forma e le dimensioni, possono essere rinvasati ogni tre/quattro anni. In primavera, quando ricomincia l’attività vegetativa, per mantenere la forma della chioma e favorire la crescita di nuovi rametti al suo interno, si effettua la potatura dei nuovi germogli che si allungano verso l’alto. Sempre in questa stagione si esegue la potatura di formazione che non presenta particolari difficoltà. L’olivo è molto robusto e vegeta con generosità, anche da tronchi molto vecchi. Sopporta bene la potatura drastica dei rami che in questo periodo si cicatrizzano più velocemente. In prossimità di tali tagli si svilupperanno nuovi germogli che, se non desiderati per formare nuovi rametti, possono essere immediatamente eliminati.