MONDO PIANTE | Vendita di Piante Mediterranee per Casa e Giardino - Vivaio Online |
MONDO PIANTE - Vendita OnLine di Piante per Casa e Giardino
P.Iva/C.F. 07958610722 - CCIAA di Bari - REA BA-594106
Sede legale: Viale Del Lilium, 31 - 70038 Terlizzi (BA) - Italy
Sede operativa: Contrada Difesa Carelli sc - 70038 Terlizzi (BA) - Italy
Tel 389.4833785 | 329.8266110 | 329. 8213085

Albero Di Mapo, Altezza 160cm

Albero Di Mapo, Altezza 160cm


Produttore: Mondo PianteMondo Piante

Prezzo listino: 16,50 [IvaInc]
In offerta a: 12,65 [IvaInc]
Risparmi: 3,85 (23%)
 Descrizione 

Vendita online albero del Mapo è una painta ibrida di due agrumi, Pompelmo e Mandarino Avana con frutti ha sapore acido ma molto gustoso.

Dimensione Albero in vaso : 160/180cm

Informazioni e Caratteristiche albero del Mapo :

GeneralitàL'albero del Mapo , è un ibrido nato dallo spettacolare incrocio di due agrumi, il pompelmo Duncan ed il mandarino Avana. Appartiene alla famiglia delle Rutacee e presenta una crescita rapida, vigorosa, riuscendo a raggiungere un’altezza di circa 12 metri. E’ un prodotto apprezzato per l’ampia chioma formata da solidi e fitti rami, coperti di splendide foglie sempreverdi, appuntite, così come coriacee e lucide. Con l'arrivo della primavera, il mapo si copre di fiorellini bianchi dal soave profumo, diventando ancor più spettacolare con il passare del tempo, quando compaiono i tondeggianti frutti di un’accattivante tonalità verde intenso. I suoi frutti hanno una buccia molto sottile che resta in buona parte verde anche a piena maturazione. La polpa, giallo-arancio uniforme, ha un sapore gradevolmente acido. E' un albero di vigoria medio-forte, a portamento globoso espanso, con rami tendenti a piegarsi verso il basso e presentanti spine solo su quelli più vigorosi.

Cura: L'albero del Mapo,essendo piante di origine tropicale, hanno particolari esigenze nei confronti del clima; per ottenere, infatti, una produzione commerciale valida occorre che questo sia caldo, sufficientemente umido, con inverni miti e senza ampie escursioni termiche, anche se una moderata presenza di queste ultime consente nelle zone mediterranee la comparsa di pigmenti antocianici e carotenoidi, responsabili del colore nelle arance e nei mandarini, cosa che risulta impossibile, proprio per la loro assenza, nelle aree tropicali di origine. In genere svolgono la loro attività vegetativa a temperature comprese tra i 13 e i 30°C. Relativamente al freddo, vengono danneggiati da temperature inferiori a 0°C con intensità variabile in relazione alla specie e alla varietà. Dannose risultano pure le temperature superiori ai 38°C, specie se si verificano in coincidenza di condizioni di bassa umidità relativa e durante la fase dell’allegagione. La presenza di venti forti e persistenti può provocare gravi danni alle colture di agrumi (disseccamento delle foglie e dei giovani germogli, rotture meccaniche di rami, ferite da sfregamenti sugli stessi frutti). Per ovviare a tali inconvenienti si ricorre spesso ai frangivento (vivi o morti). Nei nostri climi, per ottenere una produzione valida, la piovosità annua dovrebbe essere ben distribuita e superare i 1.800 mm. Quindi, in Italia, l’irrigazione è quasi sempre necessaria. Riguardo al terreno, gli agrumi prediligono quello sciolto o di medio impasto, profondo, fertile, ben drenato (non sopportano i ristagni idrici), con pH compreso tra 6,5 e 7,5 e ben dotato di sostanza organica. Rifuggono i terreni troppo argillosi, calcarei e salsi.