MONDO PIANTE | Vendita di Piante Mediterranee per Casa e Giardino - Vivaio Online |
MONDO PIANTE - Vendita OnLine di Piante per Casa e Giardino
P.Iva/C.F. 07958610722 - CCIAA di Bari - REA BA-594106
Sede legale: Viale Del Lilium, 31 - 70038 Terlizzi (BA) - Italy
Sede operativa: Contrada Difesa Carelli sc - 70038 Terlizzi (BA) - Italy
Tel 389.4833785

Albero Di Chinotto,Altezza 140cm

Albero Di Chinotto,Altezza 140cm


Produttore: Mondo PianteMondo Piante

Prezzo listino: 14,30 [IvaInc]
In offerta a: 12,65 [IvaInc]
Risparmi: 1,65 (12%)
 Descrizione 

Vendita online albero del Chinotto è un piccolo albero compatto a crescita lenta dalle foglie piccole color verde lucente. I fiori sono piccoli e bianchi, molto profumati. I frutti di color arancio sono piccoli e la polpa è amarognola e acida, non sono commestibili crudi ma si utilizzano per produrre canditi, sciroppi, liquori ecc

Dimensione Albero in vaso : 160/180cm

Informazioni e Caratteristiche albero del Chinotto:

Generalità: L'albero del Chinotto, E' un piccolo albero (fino a 3 m d’altezza), compatto, a crescita lenta, privo di spine (l’unico tra i Citrus).Le foglie ricordano quelle del mirto (da cui il nome latino) e sono piccole, ellittiche, appuntite, coriacee e color verde lucente. I fiori, tra aprile e settembre, sono piccoli, bianchi, molto profumati, solitari o riuniti in gruppi e in posizione ascellare o apicale: risultano pertanto molto ornamentali (la pianta viene anche coltivata in vaso a scopo decorativo). I frutti del chinotto, di color arancio intenso, prodotti dopo 3-4 anni di vita, sono piccoli (un po’ meno di un mandarino) e schiacciati ai poli. La polpa, suddivisa in 8-10 segmenti, è amara e acida. La raccolta: i frutti sono pronti tra la metà di giugno e quella di dicembre, quando da verdi diventano color arancione. Non sono commestibili da crudi, ma si utilizzano per produrre canditi, sciroppi, liquori, confetture, mostarde e la classica bibita omonima (che a Malta prende il nome di kinnie).


Cura: L'albero del Chinotto teme molto il freddo ma non ama nemmeno il caldo eccessivo, la temperatura ideale è compresa fra 18 e 32 °C, e non resiste assolutamente sotto lo zero. Desidera posizioni soleggiate e riparate dai venti, su terreni sciolti, di medio impasto, fertili, profondi, ben drenati; non ama i suoli argillosi perché è sensibile ai ristagni idrici. Si pone a dimora in marzo, dopo aver concimato la buca d’impianto con letame maturo. Va curata l’irrigazione, soprattutto nei primi anni durante l’estate. La concimazione si esegue in inverno ogni anno con letame maturo o altro prodotto organico.