MONDO PIANTE | Vendita di Piante Mediterranee per Casa e Giardino - Vivaio Online |
MONDO PIANTE - Vendita OnLine di Piante per Casa e Giardino
P.Iva/C.F. 07958610722 - CCIAA di Bari - REA BA-594106
Sede legale: Viale Del Lilium, 31 - 70038 Terlizzi (BA) - Italy
Sede operativa: Contrada Difesa Carelli sc - 70038 Terlizzi (BA) - Italy
Tel 389.4833785

Albero Di Albicocco

Albero Di Albicocco


Produttore: Mondo PianteMondo Piante

Prezzo: 0,00 [IvaInc]
 Descrizione 

Vendita Online  Albero Albicocco. L'Albicocco è un albero che raggiunge i 7 metri di altezza. Ha foglie verdi a forma di cuore con margini seghettati, produce fiori di color bianco-roseo. Produce un frutto ovale con colore arancione.

Disponibilità Prodotto:

  • Albero 1 anno in vaso con altezza compresa tra i 120-140cm
  • Albero 2 anni in vaso con altezza compresa tra i 160-180cm

Le misure indicate e la presenza di fogliame posono variare in base alla stagione.

Informazioni e Caratteristiche Albero Albicocco:

GeneralitàL'Albero Albicocco (Prunus armeniaca) è un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rosacee, la stessa alla quale appartengono piante fruttifere molto note come, per esempio, il ciliegio, il cotogno, il mandorlo, il melo, il nespolo, il pero, il pesco, il susino ecc. L’albicocco è una pianta dalle dimensioni medie che può raggiungere un’altezza di circa 7 metri, anche se in rari casi può arrivare a sfiorare i 9 metri. Raramente però le piante che vengono coltivate superano i tre metri così da rendere più agevoli le operazioni di raccolta dei frutti detti albicocche. L’albicocco ha foglie verdi a forma di cuore e con i margini seghettati; i fiori sono di un bel colore bianco-roseo. Il frutto, l’albicocca, è una drupa carnosa di forma ovoidale e con seme osseo. Il colore della buccia cambia a seconda delle varietà; si va dal giallo chiaro all’arancio intenso.

Cura: L'Albero Albicocco può essere coltivato in pianura come in altitudine (nelle zone caratterizzate da climi temperati, la pianta può essere coltivata anche a 2.000 metri di altezza e più). Per quanto concerne l’esposizione, è preferibile posizionare la pianta in una zona parzialmente ventilata e priva di umidità; ciò serve alla prevenzione di patologie fungine, avversità alle quali l’albicocco è purtroppo molto soggetto. Non c’è bisogno di dire che anche l’albicocco, come la maggior parte delle piante, da frutto e no, teme molto i ristagni idrici.Per la messa a dimora, che può essere effettuata da ottobre ad aprile, si scavi una buca profonda circa 60 cm e larga 80 cm; in fondo alla buca si è consigliabile mettere 100-150 g di cornunghia (un fertilizzante di origine animale); si riempie poi la buca fino a metà con terra mescolata a terriccio da piantagione ed eventualmente un po’ di letame. A questo punto si può inserire la pianta e riempire la buca con la terra scavata in precedenza. Alla fine si irrighi la zona con circa 20 litri di acqua. Può essere d’aiuto mettere un tutore alla pianta per indirizzarne lo sviluppo. Per quanto riguarda gli interventi di irrigazione, si tenga conto che l’albicocco non è una pianta particolarmente esigente; tenendo in debito conto le eventuali precipitazioni, l’irrigazione deve essere caratterizzata da una certa regolarità; si eviti di abbondare con le quantità di acqua quando siamo vicini al periodo di raccolta. I sistemi di irrigazione più adatti alle piante di albicocco sono l’irrigazione a goccia o a spruzzo.